-cucina-bamboo-

BAMBOO ECO HOTSTEL, TORINO

Chi adotta uno stile di vita attento alla salvaguardia dell’ambiente tiene a declinare questo atteggiamento eco-friendly anche nella scelta delle proprie vacanze.

Gli eco-ostelli rappresentano un’ottima occasione per dare un taglio green ai propri viaggi, coniugando anche la necessità di risparmiare quando ci si sposta da soli, in coppia o in gruppo.

Se si viaggia in Europa, la scelta di un ostello ecologico non richiederà troppi sforzi; ci sono, inoltre, delle valide alternative anche se si decide di spostarsi entro i confini nazionali per una vacanza green.

Ecco alcune opzioni:

barcelona-urbany-hostel-

URBANY HOSTELS

Barcellona, Spagna – Urbany hostels:questa struttura ‘verde’ ricca di servizi si contraddistingue per la particolare attenzione alle tematiche ambientali; può vantare un sistema di raccolta dell’acqua piovana (di cui riesce a riutilizzarne il 50% all’incirca), l’uso di luci a basso consumo energetico e l’autonomia nella produzione di energia energetica tramite pannelli solari.
Reykjaik, Islanda – Reykjavik City Hostel: adotta una politica di sostenibilità ambientale all’interno della propria struttura ricettiva ed è dotato del certificato di eco-sostenibilità Swan già dal 2004; l’utilizzo di energie rinnovabili, la riduzione degli sprechi e l’acquisto di prodotti biologici provenienti dal commercio equo-solidale sono alcuni dei punti che contraddistinguono questo eco-ostello posto in una località decisamente suggestiva.
Parigi, Francia – Paris Pajol Hostel: collocato in una zona centrale per poter visitare la Ville Lumière, l’ostello di recente apertura è ospitato all’interno di un edificio dall’aspetto futuristico, complici anche i pannelli fotovoltaici da cui si ottiene l’energia elettrica necessaria per gli ospiti della struttura.
Berlino, Germania – Jetpak Ecolodge: anch’esso utilizza fonti di energia rinnovabili per la produzione di energia e l’acqua viene  riscaldata grazie alla presenza di pannelli solari; effettua, inoltre, la raccolta differenziata. Si può utilizzare il servizio bus, disponibile 24 ore su 24 e si ha anche la possibilità di affittare bici per accedere al centro della città.
Varie località, Irlanda – Sleepzone Hostels: questa catena di ostelli, presenti in varie località irlandesi (tra cui Galway, Conneemara e Burren), oltre ad essere inseriti in perfettelocation naturali, presentano ottimi servizi e attenzione all’impatto ecologico; sono dotati, ad esempio, di pannelli fotovoltaici e sistemi eolici per l’auto-produzione di energia, lampadine ed elettrodomestici a basso consumo, supporto e incentivi alla mobilità sostenibile dei clienti.
Edinburgo, Scozia: High Street Hostel: questo storico ostello scozzese eco-compatibile  ha puntato sull’allestimento di un bosco per combattere le emissioni di CO2 da esso prodotte; inoltre, utilizza fonti energetiche rinnovabili e adotta una rigorosa politica di raccolta e riciclo dei rifiuti.

Monaco di Baviera, Germania – the 4you Munich: pannelli solari, arredamenti ecologici, sistemi di efficientamento energetico e riduzione dei consumi (di energia elettrica, acqua, detergenti) oltre ad una rigorosa raccolta differenziata sono alcuni dei segni distintivi di questa struttura ricettiva eco-sostenibile. Inoltre,  l’ostello, dai prezzi contenuti e impegnato nella lotta agli sprechi, si trova a due passi dalla stazione dei treni per un soggiorno eco-friendly nel capoluogo bavarese.

Zurigo, Svizzera – Youth Hostel: ostello collocato in una tranquilla zona residenziale vicina al lago di Zurigo e ben collegata con il centro della città, ha adottato una serie di iniziative per la sostenibilità ambientale; tra queste, l’uso di elettrodomestici e luci a basso consumo energetico, isole ecologiche per la raccolta dei rifiuti, somministrazione di alimenti locali e stagionali
Stoccolma, Svezia – City Backpackers Hostel: ostello dall’approccio ecologista pensato per ospiti non fumatori, ricava l’energia elettrica da fonti rinnovabili, segue un’attenta raccolta differenziata e una rigorosa politica di risparmio energetico.
Anche l’Italia può difendersi bene sul fronte dell’accoglienza dei viaggiatori con lo zaino in spalla, che cercano un alloggio a basso costo e a ridotto impatto ambientale. Ecco alcune proposte:
Milano, Italia – Ostello Piero Rotta: punto di riferimento per chi transita nel capoluogo lombardo, ospitato in un edificio restaurato con tecniche di costruzione a impatto zero, l’ostello ha puntato sull’eco-compatibilità anche con fonti energetiche rinnovabili (pannelli fotovoltaici e fonti energetiche geotermiche) e tecniche di risparmio energetico.
Roma, Italia – The Beehive: a due passi dalla stazione Termini, questo ostello si impegna a utilizzare ingredienti locali e organici quando possibile, offrendo anche opzioni vegetariane per i pasti. Ne conoscete altri?
Torino, Italia – Bamboo Eco Hostel: gestito secondo i principi dell’eco-sostenibilità a partire dalla colazione con prodotti biologici, questo ostello si impegna a ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività.
Scegliere di alloggiare in un ostello ecologico durante le proprie vacanze non significa rinunciare a comfort e servizi, ma permette di optare per un’alternativa che si impegna a essere più armoniosa con l’ambiente.

Fonte: ehabitat